VIAGGI LGBT: LE TENDENZE A LIVELLO EUROPEO

Emerge dalla ricerca Aigo-Pangaea un segmento con interessanti potenzialitá di crescita.

Mykonos, Gran Canaria e New York le mete preferite

 Capri Rainbow 2013 - quiiky -1

AIGO, società di consulenza in marketing e comunicazione specializzata in turismo, ospitalità e trasporti ha presentato ancora, dopo l’anteprima a Expo Turismo Gay 2013 risultati della ricerca “GLBT: le tendenze del settore turismo” condotta con i partner di Pangaea Network, associazione di agenzie indipendenti che copre 23 mercati internazionali.

Realizzata nei mesi di luglio e settembre su un panel di 373 professionisti dell’industria turistica (di cui il

60% rappresentato da agenti di viaggio e tour operator), la ricerca ha voluto delineare lo scenario attuale del

segmento GLBT nel settore viaggi in 5 mercati europei (Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna), far emergere quali specifiche lo caratterizzano e le sue potenzialità di crescita.

Abbiamo voluto approfondire un tema di ricerca che ci sembrava interessante e infatti dalla nostra ricerca sulla clientela GLBT emerge chiaramente un segmento di mercato ad alta capacità di spesa, esigenze specifiche e abitudini di viaggio che forse non ha ancora ricevuto la giusta attenzione da parte degli operatori dell’industria turistica in termini di offerte e proposte ad hoc. Si tratta di un’opportunità di business: sarà interessante seguirne l’evoluzione e vedere come i professionisti del turismo sapranno coglierla” afferma Massimo Tocchetti, Presidente di AIGO e Board Member di Pangaea Network.

Dai risultati della ricerca emerge che più del 70% degli intervistati nei diversi paesi ha una clientela GLBT.

Se si guarda ai singoli paesi, la Germania sembra avere la percentuale più alta con ben l’87% degli intervistati che conferma di avere GLBT tra i propri clienti. Anche a livello di fatturato la Germania spicca: è l’unico dei paesi coinvolti ad avere un 11% della clientela GLBT che incide per più del 20% sul proprio fatturato, seguito da un 22% che incide per una percentuale tra l’11 e il 20%. Di contro, Francia e Italia sono fanalino di coda con una clientela GLBT che non supera il 10% del fatturato.

In generale la clientela GLBT ha un livello di spesa che si assesta tra i 1.500 e i 2.500 euro a persona per viaggio e la formula più richiesta è volo+hotel.

Tre le mete preferite che emergono dalla ricerca sulla clientela GLBT spiccano Mykonos, Gran Canaria e New York. Per singolo mercato: gli italiani prediligono Spagna, Grecia e New York; i tedeschi Gran Canaria e Mykonos; gli spagnoli ancora New York, Madrid, e Thailandia; i francesi Thailandia, Ibiza, New York; e infine Gran Canaria, Mykonos, New York e Sitges per gli intervistati del Regno Unito.

In generale, solo il 6% richiede strutture ricettive gay only, a favore di quelle gay friendly (43%). Per la maggior parte degli italiani e tedeschi la scelta dell’hotel è indifferente. Quanto alle abitudini di viaggio, il 71% degli intervistati dichiara che la clientela GLBT non ha richieste particolari, tranne per la Germania dove il profilo della clientela GLBT si caratterizza come molto esigente e con una propensione alla scelta di prodotti di lusso.

I fattori di scelta di una destinazione sembrano vari, ma emerge come tratto comune quello di preferire mete con una vivace vita notturna seguito da destinazioni mare, da strutture ricettive che abbiano una buona reputazione e dall’opportunità di attività wellness e spa. Tra l’altro solo gli italiani sembrano meno fedeli (per il 59% preferisce cambiare spesso meta), mentre per gli altri mercati la clientela GLBT è per lo più formata da repeater, soprattutto in Germania (80%) e UK (67%).

Per quanto riguarda la scelta di proposte di viaggio ad hoc, il 58% della clientela GLBT non richiede pacchetti di Tour Operator specializzati e anche gli intervistati dichiarano per il 66% di non rivolgersi ad essi.

Varrebbe però la pena soffermarsi sul 42% che richiede invece dei prodotti e delle soluzioni di viaggio da parte di TO specializzati per capirne le maggiori potenzialità di crescita sui diversi mercati, soprattutto in Spagna e Francia dove la clientela GLBT richiede pacchetti di operatori specializzati rispettivamente per il 62% ed il 55%.

Dal punto di vista degli operatori, il 55% ritiene che essere un’agenzia riconosciuta come gay friendly sia importante per assicurarsi una clientela GLBT e dato ancora più importante, il 98% ritiene che questo

segmento di clientela sia in crescita e che abbia un forte potenziale di business per il futuro.

In conclusione quindi, la ricerca Pangea evidenzia non solo l’esistenza di un importante segmento di clientela, ma anche il fatto che il mercato dovrebbe studiare prodotti ad hoc e offerte di viaggio specifiche per sfruttarne al meglio le potenzialità, sia in termine di volumi che di spesa.

Related Posts

chris garafola
Chris Garafola, le foto più sexy di un modello dal cuore d’oro
Terrazze Rosa Nuova Zelanda
L’ottava meraviglia del mondo torna alla luce: Le terrazze Rosa in Nuova Zelanda
nick bateman
Nick Bateman, il più bello di Instagram nelle sue foto più sexy

Leave a Reply

19 − 3 =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: