Umu Ti: Tahiti vi aspetta

L’Heiva i Tahiti, il tradizionale concorso che, dal 1881, vede fronteggiarsi numerosi concorrenti a colpi di canti e danze polinesiani, viene preceduto ogni anno da un evento unico al mondo che testimonia quanto la tradizione sia ancora parte integrante della cultura delle Isole di Tahiti.

Mercoledì 1 luglio presso il Mahana Park, l’Umu ti, la camminata sul fuoco, aprirà i festeggiamenti con un intenso rituale incandescente praticato da sempre in Polinesia Francese. Le origini di questa cerimonia sono infatti antichissime. Il rito propiziatorio, effettuato per verificare la presenza degli dei e capire se la cottura dei cibi avrebbe avuto successo, prevedeva la camminata dei sacerdoti sul fuoco allestito per cuocere i cibi. L’assenza di scottature era il segnale del buon esito del rito, che avrebbe significato un’ottima cottura dei cibi (la radice dell’Ati, il Ti) in vista di un’ipotetica carestia durante la stagione secca denominata î Matari ‘i raro. Il rituale aveva anche un secondo significato, più spirituale: la camminata sul fuoco, secondo molti polinesiani, era anche un’azione di purificazione del corpo e della mente.
Raymond Teeriierooiterai Graffe, il sacerdote che anche quest’anno presiederà la cerimonia, segue un rigoroso e completo rituale di preparazione. La data viene scelta con cura e la fossa viene preparata con alcuni giorni di anticipo. Il giorno dell’Umu ti, il fuoco viene acceso alle 6 del mattino, con legno, Ati e pietre vulcaniche, in modo che le pietre raggiungano la temperatura corretta, compresa tra 640° e 1200° C, entro le ore 18. La temperatura interna del forno è di 4.500° C, ma diminuisce fino a 1300° C sotto l’ultimo
strato di pietre. Dopo un incantesimo, il sacerdote (Tahua) inizia a camminare sulle pietre ardenti spazzandole con foglie consacrate di Ti e, successivamente, i volontari vengono invitati a seguire i suoi passi.
Per prendere parte a questa straordinaria cerimonia, consultare la pagina web
Le Isole di Tahiti
Tahiti è un paradiso insulare composto da 118 isole e atolli che si sviluppa su cinque grandi arcipelaghi. Bora Bora, Moorea, Huahine, Taha’a, Raiatea, Manihi, Tikehau, Rangiroa, Fakarava, le Marchesi e le altre meravigliose isole coprono una superficie di oltre due milioni di chilometri quadrati dell’Oceano Pacifico meridionale. Lo scorrere del tempo non ha scalfito il fascino di queste isole dove aspre cime montane convivono con colorate barriere coralline, lagune turchesi con distese di sabbia bianca, spiagge orlate di palme con lussuosi e intimi resort. Elogio della lentezza, del sorriso e del rispetto della tradizione millenaria, Tahiti è anche profumo di vaniglia, melodia di ukulele, essenza di Tiarè e sapore di cocco. 20 ore di volo e un caleidoscopico mondo di esperienze attendono il visitatore italiano che giunge in Polinesia francese. Iniziate a sognare il vostro soggiorno sulle Isole di Tahiti consultando il sito internet .

 PER ANDARE IN POLINESIA considerate le nostre offerte a questo link. 

Related Posts

Emmy Awards 2017
Emmy Awards 2017, tutti i vincitori della 69esima edizione
Lago di Garda
5 luoghi in Lombardia per sfuggire alla città d’estate
18 giugno Piccoli Musei
18 giugno, Prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei

Leave a Reply

quattro × tre =