lunedì, ottobre 23, 2017

“Se pensi che non si può essere Gay e Musulmano, sei solo un ignorante”

Suki Sandhu, dopo aver sposato il suo compagno, racconta come essere Lgbt e Musulmano siano due qualità che possono coesistere.

In Inghilterra la celebrazione del primo matrimonio islamico tra persone dello stesso sesso, ha acceso un dibattito tra sostenitori e scettici.
Asifa Lahore, la prima drag musulmana, con le sue dichiarazioni ha rimosso il velo sull’omosessualità all’interno della comunità islamica. Dicendo che sono già stati molti i matrimoni celebrati nella comunità. Dello stesso parere Suki Sandhu, il 36enne di religione sikh che ha sposato il suo compagno nel discusso matrimonio. Lui stesso ha affermato di conoscere di persona diverse coppie musulmane sposate, o in procinto di sposarsi. E che l’appartenenza alla comunità Lgbt non debba escludere l’appartenenza alla comunità musulmana.

Suki Sandhu

“Non capisco come mai non si possa essere religiosi pur rimanendo fedeli alla propria sessualità. Le due cose non si escludono.” Ha commentato Suki. E a chi ha sostenuto che essere musulmani e omosessuali “È come dire di essere vegetariani e poi andare a mangiare il pollo”, Mr Sandhu risponde: “Le persone che pensano che non si possa essere Gay e Musulmano, sono incredibilmente ignoranti”.

 

Related Posts

monica cirinnà
Monica Cirinnà presenta “L’Italia che non c’era” – Videointervista per QMagazine
Vi ricordate i due gemellini Zac & Cody? Ecco come sono cresciuti
Pink For Girls & Blue For Boys
Pink For Girls & Blue For Boys, il teatro militante per adulti e bambini

Leave a Reply

4 × 1 =