lunedì, dicembre 11, 2017

Oh Hell No! David Mixner racconta 50 anni di storia Lgbt

A Milano David Mixner porterà 50 anni di storia del movimento Lgbt americano con il suo Show ”Oh Hell No!” Una di quelle cose che succedono raramente e quando accadono è bene prenderne parte.

Arriva a Milano sul palco del Teatro Elfo Puccini il più grandioso show Lgbt degli ultimi 50 anni raccontato da uno dei suoi protagonisti, David Mixner. Presentato dall’associazione Parks – Liberi e uguali, OH HELL NO! Ha ricevuto il patrocinio del Comune di Milano, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’ America e dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR).

Mixner porta l’arte della narrazione a un livello superiore. Ho riso, pianto e imparato. Un evento imperdibile con storie eccezionali, grande musica e uno straordinario talento. – Thomas Roberts (giornalista)

David Mixner, protagonista di questo speciale evento è una figura chiave del panorama culturale americano, attivista per i diritti umani e pioniere del movimento LGBT americano. È stato impegnato in prima persona con le più importanti battaglie del movimento LGBT dagli anni Settanta ad oggi. Fondatore nel 1976 a Los Angeles del MECLA, il primo comitato di azione politica gay degli Stati Uniti, e successivamente del Gay and Lesbian Victory Fund, realizzato nel 1991 per raccogliere fondi a favore dei candidati LGBT. Ha organizzato la marcia per il matrimonio egualitario di Washington nel 2009 radunando più di 250.000 partecipanti.

Se ancora non si fosse capito David Mixner non è un attivista qualsiasi ma è considerato il gay più potente d’America. Basti pensare che quando la Barilla si rese protagonista della bufera mediatica in seguito alle espressioni infelici riguardo le famiglie arcobaleno, fu a Mixner che si rivolse per provare a risolvere la questione e calmare le acque. Il risultato fu l’istituzione di un comitato di sorveglianza Lgbt con a capo lo stesso David Mixner che commentò: “Sono lieto che Barilla abbia ricercato guida e consulenza all’esterno su questi temi fondamentali e sono onorato di essere stato coinvolto. Inoltre mi ha colpito la volontà del presidente e dell’azienda di ascoltare e imparare dai leader della comunità LGBT e di lavorare per migliorare diversità, inclusione e uguaglianza”.

Quando lo incontrai che era ancora un ragazzo, pensai che non avevo mai conosciuto prima di allora una persona il cui cuore ardeva così fortemente contro le ingiustizie sociali. (…) Siamo incredibilmente fortunati ad avere in questo Paese la sua energia, il suo cuore, la sua devozione e passione. – Bill Clinton

Uno spettacolo da non perdere che ha registrato il tutto esaurito a New York, Los Angeles, Atlanta e Chicago. Domani 18 aprile al teatro Elfo Puccini di Milano in lingua inglese con traduzione simultanea.

Related Posts

Natale
Rainbow Christmas: a Natale Milano si illumina dei colori Lgbt
HIV
Eric Sawyer: la dura lotta per la giustizia di un sopravvissuto all’HIV
Natale in casa cupiello
“Natale in casa Cupiello” di Eduardo de Filippo al Teatro Nuovo di Milano

Leave a Reply

15 − 13 =