mercoledì, novembre 22, 2017

Matrimoni gay, l’Australia vota Sì al referendum consultivo a breve sarà legge

Il popolo australiano ha detto sì ai matrimoni gay con il 61,6% dei consensi, ora la parola passa al Parlamento che farà una legge entro Natale

Il popolo approva i matrimoni gay, è questo il risultato del referendum consultivo in Australia. I sì hanno vinto con il 61,6% dei voti e il primo ministro Turnbull ha promesso una legge entro Natale. Sarà il Parlamento a dover dare l’approvazione finale ma il consenso popolare e l’appoggio del primo ministro, seppur conservatore, possono garantire la certezza. Nel 2004, un emendamento dell’allora primo ministro John Howard, aveva reso esplicitamente illegali i matrimoni gay.

Matrimoni gay

Al referendum hanno partecipato il 79,5% degli aventi diritto. 7.817.247 persone sono quelle che hanno votato a favore; solo 4.873.987 persone hanno votato contro. Dopo la diffusione dei risultati ci sono state feste e manifestazioni di approvazione in diverse città. Malcolm Turnbull ha così commentato: «hanno votato sì per l’equità, sì per l’amore. E ora tocca a noi qui in parlamento darci da fare». Mentre Bill Shorten, leader laburista ha detto: «Voglio solo farvi una promessa: oggi facciamo festa, domani facciamo la legge». 

Related Posts

romanzo
Il nuovo romanzo di Damiano Dario Ghiglino, Il sole d’agosto sopra la Rambla
papa
Sul Gender ha ragione il Papa
antinoo
Memorie di Adriano

Leave a Reply

17 + 6 =