Madrid: dove nasce la Movida e si festeggia l’Orgullo

In Spagna nasce la parola Mo-Vida, ad indicare la voglia di muoversi e divertirsi dopo 36 anni di dittatura franchista. Madrid è la città più grande della Spagna e una delle più cool e gay. Il quartiere della Chueca è il più vivo e soprattutto il più alla moda di Madrid. Grazie alla comunità gay, questo luogo, peggiorato durante la dittatura, è tornato ad essere all’altezza della sua bellezza architettonica. E’, quindi, qui che ruota tutta la vita e gay e lesbo della città, in particolar modo nel mese di giugno, durante l’ Orgullo.

L’Orgullo è il corrispettivo in spagnolo di gay pride , ed indica una delle manifestazioni gay e lesbian più importanti, grandi e divertenti di tutta Europa. Anche quest’anno, dal 22 al primo luglio potrai vivere un’esperienza unica: party di tutti i tipi, in piscina, privati, nei club, nelle discoteche, tutti animati da animatori, DJ e ballerini di primo livello. Non mancheranno le esibizioni live, manifestazioni sportive e naturalmente il grande corteo finale, al termine del quale verrà letto il manifesto dell’Orgullo. 





Se scegliete Madrid per vivere il gay pride potrete incontrare facilmente per strada coloratissime Drag Queen, passeggiare tra i negozi alternativi e di alta moda della Chueca, trascorrere le serate nei locali notturni degli artisti e dei designer.

Quiiky vi propone il volo con trasferimenti da/per l’aeroporto e pernottamento di 3 notti in B&B in formula Roulette, con le opzioni degli Hotel gayfriendly 3 stelle Petit Palace Gran Via: Peti Palace Hotels (Tres Cruces, Italia, Cliper, Avenida) oppure per i 4 stelle il Petit Palace San Bernado o il Carmen Square. Con tutta l’assistenza offerta da Quiiky potete vivere la vostra perfetta vacanza gayfriendly in una delle città più belle e divertenti, nel mese dell’Orgullo in special modo

Related Posts

Milano pride LGBT QMagazine
Le foto del Milano Pride 2017 – Una città assediata dai colori dell’orgoglio LGBT
San francisco Pride
San Francisco Pride 2017, la patria della cultura LGBT si prepara alla festa
Amnesty International
Onda Pride 2017: Amnesty International sostiene i diritti delle persone transgender

Leave a Reply

cinque × cinque =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: