lunedì, dicembre 11, 2017

La nazionale messicana “abrazada” contro l’omofobia

La squadra di calcio della nazionale Messicana si schiera contro l’omofobia e per farlo veste la camiseta verde ufficiale e gira un video che sta facendo il giro del mondo, dentro e fuori dagli stadi. Si chiama “Abrazados por el Futbol” la campagna lanciata dai giocatori di El Tri, la selezione calcistica messicana, che con questo gesto vuole invitare i tifosi ad essere più coscienti delle parole che usano durante i cori da stadio. La parola “puto” ad esempio viene spesso usata come appellativo dispregiativo nei confronti degli avversari e può essere tradotta con l’italiano “frocio”.

Il video è stato pubblicato sul canale YouTube ufficiale della squadra, chiedendo agli spettatori di evitare di usare un linguaggio offensivo e denigratorio nei confronti dei propri giocatori e degli avversari durante le partite. Successivamente una serie di analoghi video da 30 secondi con giocatori del calibro di Chicarito, Andres Guardado e del capitano Rafael Márquez sono stati mostrati sui maxi schermi dello stadio Azteca di Città del Messico nell’occasione della partita contro il Canada valida per la qualificazione per la Coppa del Mondo.

Questa presa di posizione netta dei giocatori di El Tri arriva dopo che la FIFA ha recentemente multato la società messicana a pagare $20000 a seguito di ripetuti cori omofobi della sua tifoseria. Stesso episodio accadde nel 2014 durante i mondiali anche se poi la multa venne cancellata.

Related Posts

Natale
Rainbow Christmas: a Natale Milano si illumina dei colori Lgbt
HIV
Eric Sawyer: la dura lotta per la giustizia di un sopravvissuto all’HIV
Mapplethorpe
Anatomia e Scultura, lo scandaloso Robert Mapplethorpe

Leave a Reply

3 × quattro =