Intervista a Flavio Gismondi protagonista di Newsies

 

Nuoto nel tempo libero, studi classici (desumo dal tuo profilo Facebook in cui citi Cicerone) e diversi impieghi in tv in Italia e a teatro. Originario di Santa Marinella, cittadina del litorale laziale, trasferito a Roma, poi  Milano per poi proseguire alla volta degli Stati Uniti, dove hai studiato Musical Theatre presso New York Film Academy con un ritorno poi in Italia di successo come protagonista di un musical Disney. Possiamo dire che tu sei l’esempio che anche chi viene da una piccola città della provincia romana, dove sono poche le opportunità offerte, se c’è la passione e la determinazione prima o poi si può sfondare?

D’estate a Santa Marinella, d’inverno a Roma. Alla fine possiamo anche dire che sono più romano eheh. Detto questo, non ho mai pensato al termine “sfondare”, ma studiare. Roma è una città che ti offre moltissime possibilità. Nonostante sia una città così grande e piena di storia non abbraccia il business di cui mi faccio carico. New York è sicuramente la città che sento più vicina per ovvie ragioni e studiare lì è stato davvero un grande onore.

 

 

La meritocrazia unita alla determinazione può sconfiggere ogni ostacolo, anche in Italia?

Il concetto Meritocrazia/Lavoro in Italia è tutt’oggi decisamente surreale. Pochi nella loro determinazione riescono a raggiungere i propri obiettivi, altri si perdono, alcuni scappano. Lo scontro che avviene contro questa “vecchia” società è frustrante per le nuove generazioni. In linea generale si, la meritocrazia unita alla determinazione fanno di te un carattere vincente in tutto il mondo. Ciononostante continuano a chiamare la nostra generazione quella dei “bamboccioni” quando dall’altro della loro sapienza hanno sperperato mazzette e creato una TV spazzatura che ipnotizza.

Quand’è che hai detto, ci rinuncio?

Qualche volta l’avrò detto, ma non lo penso quasi mai. Non ci sono stati momenti specifici. Credo molto in quello che faccio e nel messaggio che porto. Sono sempre positivo.

Cosa ti è piaciuto di più dello spettacolo?

E’ in linea con la mia voglia di esprimermi in questo preciso momento storico, quando sai dal profondo che qualsiasi altra cosa non sapresti farla così bene. Non c’è altro, c’è solo quello.

Cosa ti ha spinto a cimentarti in questa impresa?

La voglia di crederci fino in fondo. So che può crescere e ispirare sempre di più perchè è uno spettacolo vincente in tutta la sua formula.

Qual è la cosa più difficile sul palco? E quale quella più divertente?

Mantenere la concentrazione è davvero molto difficile soprattutto quando hai tanta responsabilità in scena. Mentre vivere il dietro le quinte penso sia la cosa più divertente al mondo.

Come ti sei trovato con lo staff? Senti mai la loro nostalgia?

Stimo profondamente i miei colleghi. Tutti, dalla squadra tecnica passando per la produzione fino al cast. E’ così bello essere circondato da persone brave e positive come loro, non credo mi sia mai capitato prima. E si, mi mancano sempre nei giorni off.

Hai altri progetti in vista?

Ho tante idee, ma per il momento mi concentro su Newsies. Vorrei che tutta l’Italia potesse vederlo.

Un musical che ti piacerebbe fare?

I Miserabili nel ruolo di Marius sarebbe davvero un fantastico sogno per me.

Quando hai scoperto che questa era la tua strada?

Di recente, negli ultimi tre anni credo. Dopo essere uscito da UPAS ho avuto modo di concentrarmi sempre di più su questa strada investendo tempo e fatica. Appoggiando progetti e studiando sempre di più, mi sono sentito a mio agio e sapevo di essere sulla buona strada. A volte non basta solo fare una cosa nella vita per capire che quella è la tua strada, devi darti tempo. La pazienza ti aiuta a ragionare, la fretta ti danneggia.

Quali sono le difficoltà che incontra un attore in Italia?

Il non essere mai presi sul serio. Viviamo questa scenetta “Ciao che lavoro fai?” e tu rispondi “L’attore!” e l’altra persona “Daiiii che bello, si ma che lavoro vero fai?”… :-/

L’Italia troppo deve camminare per mettersi al paro con gli altri paesi, ma stiamo sulla buona strada.

Chi è Flavio nel tempo libero?

Un simpaticone single che viaggia tantissimo e che ama conoscere il mondo, che vizia il nipotino nato da quasi un anno e che vive tra Roma e Milano. Leggo, continuo a studiare e adoro praticare sport a corpo libero nei parchi (non sono un grande amante delle palestre). Vado tanto a teatro, coltivo le amicizie e amo gustarmi un bel film al cinema con un popcorn extra-large. Vivo, il mio alibi è che….vivo.

  

BIOGRAFIA: 
Flavio Gismondi (1989) nasce e si forma artisticamente nella città di Roma. Attualmente protagonista del musical Newsies (Disney) nel ruolo di Jack Kelly. Studia e si diploma presso la Ro.Gi. Music School (sez. Musical). Nel 2015 si diploma presso la New York Film Academy (NY). A questa formazione seguono corsi di armonia, composizione e solfeggio seguiti presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Comincia a lavorare come protagonista (Romeo) nell’Opera Popolare Giulietta e Romeo firmata da Riccardo Cocciante. Segue il ruolo di Matias Beltran nello spettacolo de Il Mondo di Patty, spettacolo che lo ha visto protagonista anche in Spagna e da cui poi è stato tratto il film distribuito nelle sale cinematografiche italiane. Lavora in diverse produzioni che lo vedono come protagonista teatrale nella capitale, produzioni di spettacoli di prosa con testi contemporanei. Dopo un paio di anni passati a lavorare in Tv come protagonista giovanile nella nota soap Un Posto Al Sole, torna a lavorare in teatro con un musical controverso e molto apprezzato marchiato come “off-broadway” dal titolo Spring Awakening nel ruolo del giovane protagonista Moritz Stiefel che lo vede in tour per circa tre anni calcando tutti i più prestigiosi teatri di prosa italiani. Seguono altri ruoli da protagonista in altri spettacoli, tra i più importanti spicca Sunset Boulevard (di A.L.Webber).

Related Posts

Norwegian
Priscilla dal deserto al mare aperto, con le crociere Norwegian
disney
Disney, tutto pronto per dare vita alla prima principessa Lgbt
I bellissimi del London Theatre

1 Response

  1. Pingback : Newsies il Musical Disney sbarca a Milano

Leave a Reply

19 − uno =