In vacanza con Madre Natura

3 volte la Francia e solo 8 milioni di abitanti: il Québec è il Paese in cui la Natura regna sovrana e le attività outdoor godono di infinite espressioni 
Il Québec è ricco di aree protette designate sotto appellativi diversi: accanto ai parchi nazionali, si possono trovare riserve della biodiversità, rifugi biologici, habitat faunistici e così via. In totale si contano 1.800 siti che sono stati identificati dal Ministero dello Sviluppo sostenibile e che rappresentano oltre il 9% della superficie totale del territorio.
Dal verde al blu, dalle montagne alle foreste, dai laghi ai fiumi: un formidabile campo da gioco per tutti! SEPAQ (Société des établissements de plein air du Québec), che raggruppa la rete dei parchi del Québec, le riserve di caccia e pesca e 10 centri turistici gestiti in maniera sostenibile, da solo amministra oltre 80.000 km² di spazi naturalistici e il suo sito internet è vetrina di innumerevoli curiose proposte per vivere intensamente l’estate: una capanna nella foresta, chic oppure rustica, un soggiorno dedicato all’osservazione della fauna, esplorazioni in canoa o kayak e molto di più. Ad esempio, costituiscono un approccio completo alla vacanza in Québec le proposte multi- attività: moltiplicare le esperienze che si possono fare soggiornando in piena Natura è facile. Chiudete gli occhi e immaginate uno chalet in riva al lago, la canoa e la pesca, oppure un albergo affianco ad un sentiero da percorrere in compagnia di una guida naturalista per scorgere caribù, alci e cervi della Virginia.
Accanto a SEPAQ, altra fonte d’ispirazione per l’eco-turista è Aventure Ecotourisme Québec: questa volta le proposte combinano la magnificenza del contesto alla scoperta delle comunità autoctone dando vita e vere  e proprie spedizioni oppure più semplicemente a più ludici approcci agli infiniti aspetti della Natura del Québec!
‘Bercé par l’Harricana’ è un’esperienza autentica nel Parco nazionale d’Aiguebelle, nella regione Abitibi-Témiscamingue, molto famoso per l’attività geologica risalente a miliardi di anni or sono. Questa è la terra d’origine degli Algonchini che invitano alla navigazione del fiume Harricana a bordo di piccole imbarcazioni, condividendo con loro usi e costumi entrando in totale osmosi con la Natura. Si campeggia in riva al fiume, pernottando in tende già predisposte, scoprendo di giorno in giorno la storia di questo popolo, la loro gastronomia (Info: tourisme-abitibi-temiscamingue.org ; abitibiwinni.com/berce_fr.html). 

per avere pacchetti  potete controllare le offerte su www.quiiky.com

Related Posts

castello di Starkenberger
Austria, al castello di Starkenberger fare il bagno nella birra non sarà più un sogno
Isole Vergini Americane: Settembre è il mese del Pride a St. Croix
Destinazioni Gay – Settembre 2017: Mykonos e Gran Canaria

Leave a Reply

uno × 5 =