Dove è illegale essere gay in Africa?

In molti paesi dell’Africa essere gay è illegale. Si può andare incontro a discriminazione, persecuzioni e potenzialmente anche alla morte.

Sono molti i paesi dell’Africa dove essere gay è considerato fuorilegge. In questi paesi l’omosessualità viene, non solo discriminata, ma anche punita. In questi paesi discriminazioni, persecuzioni e talvolta addirittura la morte è il trattamento che si riserva alle persone gay.

L’ultima notizia arriva dalla Tanzania, nell’est dell’Africa. Qui il ministro degli interni Mwigulu Nchemba, ha recentemente minacciato di voler chiudere tutte le ONG che promuovono i diritti dei gay. Dichiarando che avrebbe fatto arrestare tutti gli attivisti locali e allontanare dal paese tutti gli attivisti stranieri.

Questo atteggiamento contro l’omosessualità è presente in maniera massiccia in molti stati del continente africano. Su un totale di 54 nazioni, sono ben 33 quelle che fanno dell’omosessualità un crimine. Algeria, Angola, Botswana, Burundi, Cameroon, Comoros, Egypt, Eritrea, Ethiopia, Gambia, Ghana, Guinea, Kenya, Liberia, Libya, Malawi, Mauritania, Mauritius, Morocco, Namibia, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Somalia, South Sudan, Sudan, Swaziland, Tanzania, Togo, Tunisia, Uganda, Zambia, Zimbabwe.

Dove è illegale essere gay in Africa?

In questa mappa della ILGA, International Lesbian Gay Bisexual Trans and Intersex Association, è possibile vedere un quadro dettagliato della situazione.

gay africa ilga-map-2017

Related Posts

Diventare un unicorno non sarà più un sogno con questo stupendo pigiama
Hell Boys 2018
Hell Boys 2018, pronto il calendario di nudo maschile in chiave glamour
Smile and Fight
Smile and Fight, il rugby mostra i denti contro l’omofobia

Leave a Reply

1 + 3 =