lunedì, dicembre 11, 2017

Il docufilm sul coming out

Alden Peters, regista e ideatore del film, non era soddisfatto di tutti i corto e lungometraggi che erano stati girati sull’argomento, che non riuscivano a cogliere le reali emozioni, le problematiche, gli imbarazzi e le reazioni che si intrecciavano nel momento di dichiarazione della propria omosessualità.

Per questo ha preso piede il suo progetto di un film sulla sua esperienza personale, che filmasse il momento in cui lui si dichiarava alla sua famiglia, ai suoi amici. Un modo unico di raccontare un momento difficile che cambia radicalmente la propria vita, così come uno spartiacque necessario per sentirsi liberi e sinceri.

Per il film, che è stato presentato a New York il 25 ottobre, sono stati ricevuti, attraverso un’operazione di crowdfunding, numerosissimi contributi amatoriali di giovani da tutto il mondo che hanno voluto raccontare la propria esperienza. Benché Peters volesse aggiungerli alla fine del film, la forza e l’efficacia di queste riprese ha fatto sì che venissero inserite direttamente nel percorso principale.

Il regista è riuscito nell’intento di imprimere sulla pellicola uno dei momenti più delicati di un giovane ragazzo gay, per riflettere sul significato di vivere una vita reale senza dover nascondere la propria intima personalità.

Leave a Reply

17 + dieci =