Hollywood, deludente il rapporto con Lgbt e diversità

Il rapporto tra Hollywood e la diversità, uno studio rivela come non sia migliorato negli ultimi dieci anni.

Come viene rappresentata la diversità all’interno del fantastico mondo di Hollywood? La risposta potrebbe essere tanto semplice quanto deludente, ovvero non viene rappresentata. Secondo un recente studio condotto dal Media, Diversity and Social Initiative Change, il rapporto con la diversità nei film dell’industria cinematografica più colossale del mondo non è migliorato dal 2007, ormai quasi dieci anni fa.

Lo scorso anno solo il 31% dei ruoli è stato affidato a donne, meno dell’1% ad attori Lgbt, 12% a neri, circa il 5% a latini e meno del 4% ad asiatici. E dietro le telecamere la situazione non migliora, basti pensare che solo il 4% degli amministratori e addetti alla parte gestionale è costituito da donne.

Ovviamente non mancano i singoli casi di successo, come ad esempio Jennifer Lopez che delle sue peculiarità latine è sempre riuscita a farne un vanto, Shay Mitchell, attrice di origini filippine dai tratti asiatici, Halle Barry, attrice mulatta e prima candidata afro-americana a a miss mondo, Freida Pinto, la bellissima attrice indiana divenuta famosa per la sua celebre interpretazione nel film “The Millionaire”. Rimane però un dato di fatto che Hollywood faccia ancora fatica ad impegnarsi per rappresentare la diversità nei suoi film.

Related Posts

Diventare un unicorno non sarà più un sogno con questo stupendo pigiama
Hell Boys 2018
Hell Boys 2018, pronto il calendario di nudo maschile in chiave glamour
Smile and Fight
Smile and Fight, il rugby mostra i denti contro l’omofobia

Leave a Reply

sei + dodici =