Grace Kelly, principessa si diventa

“Non posso cadere: sono nata su un piedistallo”

 grace_kelly_066

Anche Cenerentola rimarrebbe esterrefatta. Tra i mortali c’è una donna che ha vissuto la sua favola sul serio: la brava ragazza Grace Kelly, bionda naturale, ha sposato un principe ed è andata a vivere con lui nel suo regno sul mare.

Tutto ebbe inizio sul set di Caccia al Ladro. In una pausa dalle riprese fu portata al palazzo reale di Monaco per visitare la casa e i giardini. Lei, incantata dallo splendido panorama sul Mediterraneo, non sapeva ancora cosa le riservasse il destino. Finito di girare il film, ritornò a casa a Philadelphia, ma voleva tornare in Costa Azzurra. Partecipò quindi al Festival di Cannes. E’ in quest’occasione fu invitata a conoscere Ranieri III di Monaco. Tornata a Philadelphia, Grace mandò una piccola nota di ringraziamento al principe, spiegando quanto fosse stato piacevole per lei il soggiorno nel suo principato. Oggi sarebbe bastato un tweet, ma è bello pensare a questa corrispondenza di carte profumate. I due passarono poi alle telefonate, sempre più intense. Il loro secondo incontro fu nella calda e rilassante atmosfera della famiglia Kelly. Passarono le vacanze di Natale insieme e annunciarono subito il loro fidanzamento a un party di New York nel 1956.Il 4 aprile dello stesso anno Grace Kelly, la sua famiglia e cinquanta dei suoi amici partirono per Monaco per il matrimonio. Altro che cavallo bianco: il principe uscì dal porto con il suo yacht per andarle incontro. Il 18 aprile nella sala del trono del palazzo di Monaco, Grace prese parte alla cerimonia civile richiesta dalla legge monegasca. Il 19 Aprile il matrimonio ebbe luogo nella cattedrale di St. Nicholas. Dopo la celebrazione il fastoso banchetto nel giardino del Palazzo Reale, e alle cinque del pomeriggio lo yacht era pronto per la luna di miele..

 

Da dove veniva Grace?

Grace Kelly, figlia di un ricco industriale campione di canottaggio e di una modella, ha vissuto con le sue due sorelle ed il fratello un’infanzia felice, controllata dalla facoltosa famiglia: college, sport, università, Accademia d’Arte Drammatica di New York, insegnamenti privati di recitazione.

Ha iniziato la sua carriera come modella e attrice televisiva in uno spot per le sigarette. Nascondersi dietro nuvole di fumo era molto glamour all’epoca.

Delitto perfetto, un eccellente thriller ambientato a Londra nel 1953, fu l’inizio di una fruttuosa e chiacchierata cooperazione con il maestro Alfred Hitchcock, che non volle più rinunciare a lei se non quando vi fu costretto. Il suo stile ha lasciato un’impronta indelebile. Ebbe grazia e classe in tutto ciò che fece, fu rispettata e adorata, divenne un’icona di eleganza, ma soprattutto rese possibile l’avverarsi di una fiaba.

Gli amori

Tanto algida non doveva essere: in una carriera di sei anni Grace fece perdere la testa ad ogni attore che incontrò sul set e a tanti uomini diversissimi tra loro. Oleg Cassini e Don Richardson sono i suoi due unici fidanzati portati a casa per presentarli al cattolico padre che non approvò, perché entrambi erano divorziati ed ebrei.

Ma non si diede per vinta: non aveva ancora venti anni e fece innamorare lo Scià dell’Iran che la volle conoscere dopo averla vista come modella sulle riviste patinate. La invitò a trascorrere da lui una settimana. Grace ci andò e tornò con dei preziosi gioielli che i suoi genitori le pregarono di restituire. Ma lei li conservò, disobbedendo alla famiglia (oh my God!).

Con la carriera di attrice dette inizio alla scia di attori: il primo fu Gary Cooper incontrato sul set di Mezzogiorno di Fuoco, cui seguì, con il film successivo, Mogambo, la relazione con Clark Gable. All’uscita del film dichiararono che erano solo buoni amici, ma lo scandalo per il cinquantaduenne accompagnato dall’attrice di soli venticinque anni era già scoppiato, a quel punto lei confessò: “Cosa altro dovrebbe fare una ragazza che vive in una tenda con Clark Gable per cinque mesi?”  

Film successivo, amore successivo: è la volta di Ray Milland sul set di Delitto perfetto. Lui era sposato e lei non voleva la fama di “distruggi famiglie”; ruppe subito lasciando intendere che si trattava solo di un malinteso.

Durante le riprese de La finestra sul cortile James Stewart, nonostante fosse felicemente sposato con sua moglie Gloria, apprezzò il fascino di Grace.

Sembra che anche Bing Crosby si sia innamorato di lei sul set de La ragazza di campagna, anche se inizialmente non la voleva per la parte, perché la trovava troppo chiccosa L’assistente di Grace, sua sorella Lizanne, racconta che Bing era impazzito per Grace, ma lei non lo ricambiava.

Sul set di Caccia al Ladro anche Cary Grant sembrava aver perso la testa, ma alle prime chiacchiere apparvero subito a Montecarlo il fidanzato di Grace, Oleg Cassini, un famoso designer, e Betsey Drake la moglie Cary, e l’idillio ebbe fine.

Lasciato Cassini, perché non piaceva al padre, Grace si legò all’attore francese Jean-Pierre Aumont, con il quale fece un viaggio a Saint Paul de Vence, una colonia di artisti vicino Cannes. Fu il suo ultimo innamorato prima di Ranieri.

E questi sono solo i flirt e i fidanzamenti confermati. Fra gli altri ammaliati da Grace vanno ricordati: William Holden, Alex D’Arcy, Robert Evans, Frederick Knott, Gene Lyons, Frank Sinatra e David Niven.

 

Hanno detto di lei

·         “Sembrava che fosse un piatto freddo con qualsiasi uomo le si avvicinasse fino a quando non mostrava le gambe, allora esplodeva come una bomba”. Gary Cooper

·         Non ho scoperto Grace, l’ho salvata da un destino infame, quello di essere eternamente scelta per i ruoli di donna di ghiaccio. Alfred Hitchcock

  • L’apparente frigidità di Grace è quella di una montagna coperta di neve. Sono che la montagna è un vulcano. James Stewart

Curiosità

  • Amava gli animali. Il suo cane preferito era il Weimaraner. I suoi figli sono cresciuti con un barboncino di nome Oliver.
  • Durante le riprese di Alta Società, il suo anello di brillanti è il suo vero anello di fidanzamento.
  • Durante le riprese di I ponti di Toko-Ri con William Holden fu censurata. Secondo una legge in atto fino al 1950, a Hollywood, nel caso di una scena in un letto, nella coppia, almeno uno dei due doveva tenere un piede a terra.
  • La sua cena preferita era champagne rosa e hamburger.
  • Il 24 maggio del 1961 Grace fu invitata a pranzo alla Casa Bianca da Jaqueline Kennedy. Ambedue le first lady, si erano conosciute quando Grace era ancora attrice e Jackie le aveva chiesto di accompagnarla all’ospedale dal marito ricoverato facendola vestire da infermiera. Quando si rividero alla cena ufficiale davanti ai diplomatici ricordarono il divertente episodio. Poi il presidente chiese a Grace: – E’ un vestito di Givenchy quello che indossa? Lei rimase sbalordita e rispose: – Mi sorprende Presidente come fa a saperlo? – Sono abituato: ora che la moda sta diventando più importante della politica, la stampa fa più attenzione ai vestiti di Jackie che ai miei discorsi.

Related Posts

007
007, tutto quello che c’è da sapere sul nuovo film in uscita a Novembre 2019
Il rifiuto dell’Eros: la punizione di Narciso
Lago di Garda
5 luoghi in Lombardia per sfuggire alla città d’estate

Leave a Reply

quindici + tredici =