lunedì, ottobre 23, 2017

Giorgio Minisini: lo sport è per tutti, contro ogni pregiudizio di genere

Giorgio Minisini ci insegna che sport e genere si legano con la passione, non esistono sport solo per donne o solo per uomini. L’unico ostacolo è l’allenamento.

La recentissima medaglia d’oro ai  Mondiali di Budapest per gli italiani MinisiniFlamini ci ha fatto riscoprire – e succede per gli sport minori, che siano olimpiadi o mondiali o europei ogni quattro anni – il nuoto sincronizzato. E ci ha fatto pure scoprire che non esiste uno sport prettamente femminile (o maschile). Infatti siamo sempre stati abituati a considerare il nuoto sincronizzato uno sport per sole donne. Il bravo, anzi bravissimo Giorgio Minisini, ha trionfato in questo sport.

 

Giorgio Minisini

Non sappiamo se quando ha iniziato questa pratica sportiva è stato deriso da coetanei o amici – un po’ come avviene quando i maschi vogliono praticare danza – sicuramente però il coraggio e la bravura di Giorgio – che probabilmente ha dovuto fronteggiare anche un ambiente sportivo forse un po’ chiuso – hanno abbattuto la barriera del pregiudizio.

E noi non possiamo fare altro che battere le mani.

Marco Cevolani

SalvaSalva

Related Posts

Christof Innerhofer si racconta a QMagazine tra impegni, medaglie e leggeri imbarazzi
Andrea Petagna super sexy, l’Italia vince e lui festeggia così
vita sana
Hai una vita sana? 5 semplici modi per aiutarti a capirlo subito

Leave a Reply

quindici − tredici =