Gender: prima dell’arrivo degli europei i Nativi Americani avevano 5 tipi di gender

Con l’arrivo degli Europei nelle terre del Nord America sono arrivate anche le forzature sulla teoria del gender

Quando gli Europei sono arrivati in Nord America hanno portato con sé anche la propria visione del gender. Originariamente i Nativi Americani non avevano nessuna serie di regole a cui uomini o donne dovevano sottostare per essere considerati normali. Persone che avevano sia caratteristiche maschili che femminili erano considerate capaci di vedere entrambi i lati di qualsiasi cosa. E questa capacità era considerata un dono della natura. Cinque erano i gender conosciuti dai Nativi: uomodonnadonna con due spiritiuomo con due spirititransgender.

Gender QMagazine

Nella cultura dei Nativi Americani le persone guadagnavano il proprio valore per il contributo che davano alla società, non per la propria mascolinità o femminilità. I genitori non assegnavano ruoli di gender ai figli, e anche i vestiti per bambini tendevano ad essere neutrali. Non vi erano idee o teorie su come una persona doveva amare, era considerato un gesto normale e naturale senza bisogno di giudizio o esitazione alcuna.

Gender QMagazine

La cultura dei “due spiriti” è stata una delle prime cose che gli europei si sono impegnati a distruggere. I monaci spagnoli hanno cancellato la maggior parte dei codici aztechi per distorcere le credenze tradizionali e forzare il cambiamento della storia. Obbligando i Nativi a vestire e comportarsi secondo i nuovi ruoli di gender. L’influenza della religione portata dagli Europei ha portato serie conseguenze relative alle diversità di genere. Obbligando le persone transgender o con due spiriti, a dover scegliere il proprio gender. Molti si sono rifugiati, nascosti o peggio ancora suicidati.

Gender QMagazine

Fonte: Bipartisanreport

Related Posts

Milano pride LGBT QMagazine
Le foto del Milano Pride 2017 – Una città assediata dai colori dell’orgoglio LGBT
nick bateman
Nick Bateman, il più bello di Instagram nelle sue foto più sexy
Milano, l’amore (di tutti i tipi) in una mostra speciale per la Pride Week

Leave a Reply

1 × 5 =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: