Diversità, il 2016 è stato l’anno della rivincita sulle copertine americane

Diversità razziale, nel 2016 sulle copertine dei più famosi magazine americani si è fatto un passo in avanti verso l’uguaglianza.

Sui magazine americani la diversità razziale in questo 2016 ha fatto un passo in avanti verso l’uguaglianza. Il percorso è ancora lungo e tortuoso. Ma al tempo dei bilanci di finne anno, possiamo chiudere con una nota positiva e di speranza.  Negli ultimi dodici mesi, 52 copertine su 147 pubblicate dalle dieci testate di moda più conosciute hanno avuto per protagoniste donne di colore o di origini latino-americane. Si tratta del 35,3%, percentuale in netto aumento rispetto al 19,8% del 2015.

Diversità

A dirlo è uno studio di Fashionista. Che ha tenuto in considerazione le riviste AllureCosmopolitanElleGlamourHarper’s BazaarInStyleNylonTeen VogueVogue e W. Tra queste, Elle ha dedicato 9 cover a donne di colore o latine. Teen VogueW e InStyle  7, e Nylon 5. Harper’s Bazaar solo una.
I volti apparsi più di frequente sulle prime pagine sono: Jessica Alba, Beyoncé, Kerry Washington, Viola Davis, Rihanna, Lupita Nyong’o, Jennifer Lopez e la First Lady Michelle Obama che è apparsa su Vogue e InStyle.

L’incremento è stato registrato anche in termini di diversità anagrafica. Celebrity over60 come Barbra Streisan, Helen Mirren e Kathy Bates sono apparse su Elle e W.

Related Posts

18 giugno Piccoli Musei
18 giugno, Prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei
Harvey Milk
Se ogni persona gay di questo Paese facesse coming out
Giornata contro l'omofobia
Giornata Contro l’Omofobia: tutto quello che non sapevi sul 17 maggio

Leave a Reply

17 + diciannove =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: