Fake wedding: Just Lovers, il nuovo trend

fke

L’idea nasce da una Start up tutta italiana che ha inventato un modo innovativo per celebrare l’amore: il Fake Wedding©.

Di cosa si tratta?

Un vero e proprio format innovativo nato per celebrare l’amore attraverso un rituale simbolico, una festa completamente personalizzata. Questa la sua unicità, personalizzabile in tutti i suoi elementi, nonostante la parola Wedding.

Si tratta di una celebrazione dell’amore in senso lato. Just Lovers è la sua vera definizione. L’idea parte da un target di coppia veramente vario. Può scegliere di fare un Fake Wedding chi non si vuole sposare, chi vuole celebrare una ricorrenza in modo speciale, chi non può sposarsi, divorziati o coppie gay, ma anche chi sceglie di sposarsi solo con il rito civile.
I due co-founder dall’innovativa idea, rimbalzata subito sulle cronache dei giornali italiani, Ligheia Munizza e Giuseppe Lo Piccolo, spiegano con attenzione ogni dettaglio, non tralasciano proprio nulla e regalano ampio spazio a libertà e fantasia di una festa non necessariamente legata al matrimonio, ma ad una ricorrenza, che cuciranno proprio su di voi. Possiamo chiamarli wedding fake planner? Chiedetelo a loro!

Se il “Fake” (letteralmente “finto/falso” ) si associa poi al Wedding, è semplicemente un modo social per descrivere il format .Un modo per celebrare semplicemente l’amore in ogni sua forma non a caso ha il suo claim in “just lovers”. Il tutto senza rientrare nel classicismo che tutti abbiamo in mente quando si parla di unione. Il fake in senso di non convenzionale, fuori dagli standard.
Non manca certo il rituale, attenzione, con ben quattro elementi chiave : Promise, Memory, Gift ed Heritage, il tutto seguito da un ricevimento, più che mai divertente e ben spiegato da un video che vi farà impazzire con i suoi ritmi swing. Il rituale verrà scelto dai lovers che potranno sbizzarrirsi anche nella scelta della location, dell’ allestimento e di molti altri dettagli. Saranno gli amici a scegliere tutto questo e fare una sorpresa ai lovers , oppure lo faranno loro stessi? Insomma, ogni coppia è a sè… ogni lover è un case..
Viene naturale chiedersi perché scegliere un rito simbolico in luogo di un matrimonio istituzionale.

Studiando i trend degli ultimi anni in Italia, abbiamo scoperto due dati interessanti: aumentano le coppie di fatto che non si sposano (dal 2011 al 2014, 3 anni, 500.000 a 1.200.000) o si sposano solo con il rito civile (dal 2011 al 2013, 2 anni, +5.000, 40% del totale nazionale) e aumenta la richiesta di personalizzazione nell’ambito dell’organizzazione eventi. Le coppie cercano momenti originali, basati sulle proprie storie, interessi e passioni e la nostra risposta è il Fake Wedding©.

Fake Wedding: just lovers.

Il 14 febbraio inoltre potrete trovare al Teatro Quirinetta il progetto Fake Wedding©, che sarà presentato nella Capitale il giorno di San Valentino durante l’evento EXTRAVAGANZA – Eros Edition organizzato da DEMO’ – Sempre Meglio Esserci https://www.facebook.com/events/1521470064802740/?fref=ts

Pagina facebook del Fakewedding: https://www.facebook.com/fakewedding

http://www.fakewedding.it

Leave a Reply

3 × uno =