lunedì, dicembre 11, 2017

Dallas, un viaggio nell’Art District più grande degli Stati Uniti

Dallas, il luogo perfetto per chi ama l’arte in ogni sua forma, raccoglie tra le più interessanti collezioni degli Usa.

Dallas è una destinazione che ispira grandi idee, soprattutto per gli amanti dell’arte. La città vanta il più grande “art district” degli Stati Uniti. Con cinque mete culturali progettate da architetti premiati con il Pritzker.
L’ultima mostra di Crow Collection, Clay Between Two Seas: From the Abbasid Court to Puebla de los Angeles. Ripercorre la storia della città di Talavera. 11 secoli e 3 continenti, dagli imperi islamici alle dinastie cinesi fino ai belligeranti regni europei e al Messico. Una selezione di ceramiche storiche e contemporanee. Racconta di scambi e influenze e accende i riflettori sul passato drammatico di Talavera e il suo glorioso presente.

Dallas

Oltre Picasso, Miró e Dalí l’arte moderna spagnola è la protagonista di una nuova mostra al Meadows Museum presso la Southern Methodist University. Il Museo infatti presenta Modern Spanish Art from the Asociación Colección Arte Contemporáneo. una mostra che ripercorre l’arte moderna degli artisti spagnoli in ogni sua trasformazione. Con più di 90 opere di quasi 50 artisti realizzate tra il 1915 e il 1957. Molte di queste opere arrivano negli Stati Uniti per la prima volta.

Il Nasher Sculpture Center ha invece una delle più belle collezioni di scultura moderna al mondo, con opere di artisti come Calder, Giacometti, Matisse, Picasso, Rodin. In questo periodo sono in mostra le esposizioni Kathryn Andrews: Run for President, un’esperienza visiva che affronta la politica elettorale vista dai mass media attraverso immagini iconiche e sculture in acciaio lucido (fino all’8 gennaio), e Sightings: Michael Dean, fino al 5 febbraio, in cui l’artista esplora i temi del linguaggio, l’atto di scrivere, e lo sforzo di comunicare in varie forme come scultura, fotografia, poesia e molte altre. Tra un’opera d’arte e l’altra potete fare un veloce spuntino al Nasher Cafè di Wolfgang Puck o trovare il regalo perfetto al Nasher Store.

Related Posts

Festival invernale
Il Grande Festival Invernale di Toronto – lasciati scaldare il cuore!
Estonia
Estonia: la libertà è condivisione
Firenze
La Firenze che non ti aspetti

Leave a Reply

uno × 2 =