lunedì, ottobre 23, 2017

Capri Rainbow: un evento internazionale sull’isola dell’amore

 

Capri Rainbow 2013 - quiiky -1

“La storia gay di Capri affonda le sue radici nel passato”. E’ Costanzo Sorrentino, patron di Capri Rainbow, a spiegarci com’è nata questa idea per l’evento che si terrà sulla magnifica isola dal 6 al 9 settembre. “I rampolli di buona famiglia che erano gay venivano in qualche modo ‘confinati’ qui agli inizi del novecento, e inconsapevolmente hanno contribuito alla cultura e all’apertura dell’isola che l’ha contraddistinta soprattutto nei primi anni settanta quando divenne l’Isola dell’amore”.

L’omosessualità a Capri è stata sempre vissuta come un’appartenenza elusiva, lontanissima da ostentazioni. Compton Mackenzie raccontò di questo convivio felice e ancora oggi il turismo LGBT non vorrebbe vedere sull’isola eventi come Pride o Parate. Capri Rainbow è quindi una kermesse di attività di dimensione storica, culturale “un luogo open mind in cui per tre giorni in cui ognuno sarà libero di esprimere se stesso”. Si svolge a Capri e Anacapri con il patrocinio di entrambi i Comuni e ha avuto un’accoglienza strepitosa soprattutto dai mercati esteri garantendo il pienone negli alberghi.

Previsti concerti, percorsi storici nei luoghi della storia gay dell’isola, un all white party come si usa nelle isole caraibiche, una festa con body sushi da gustare, un percorso enogastronomico territoriale, animazione con poesia, menestrelli e chitarristi. Al Museo Casarossa di Anacapri verrà presentata una mostra di quadri che raccontano l’isola attraverso personaggi che l’hanno visitata. Possibile anche una visita il pittoresco cimitero dove si trovano tantissimi personaggi omosessuali che hanno fatto la storia dell’isola. Molti gli appuntamenti, infine, per chi vuole fare sport: immersioni, tennis, calcetto.

“La risposta migliore a questa iniziativa l’abbiamo avuta dal mercato tedesco e svizzero, poi da quello brasiliano e argentino, e infine australiano”.  Attesi anche John Tanzella e Clark Massad rispettivamente presidente e ambasciatore europeo dell’IGLTA, la più importante associazione mondiale di professionisti del turismo LGBT.

“E’ la prima volta che viene offerto a Capri un pacchetto turistico specialistico sul turismo LGBT con educational dedicato agli operatori di settore, per questo – conclude Sorrentino – abbiamo deciso di dare vita anche ad un convegno su questo segmento che avrà luogo al Capri Palace alla presenza di molti personaggi”.

Related Posts

Samuel Bertelli
Concorso letterario Samuel Bertelli, premiati i vincitori della terza edizione
disabilità
Io omosessuale e disabile, vi racconto come ho sconfitto l’ignoranza
Jordan Barrett
Jordan Barrett, tutto sul giovane sex symbol dal passato burrascoso

1 Response

Leave a Reply

12 + 6 =