California, il nome stesso ha una buona musicalità. Ma aldilà del nome, è difficile immaginare un altro posto al mondo che abbia ispirato così tanti testi e ritmi musicali. Spaziando tra i decenni, i generi e i musicisti, la California compare tanto nei testi delle mega-hit come in quelli da intenditori. Quello che hanno in comune questi testi è che, chi ha scritto il testo, si sentiva così ispirato dal Golden State, che si è sentito costretto a immortalarlo in una canzone. Ovunque ci si trovi nel mondo, è possibile che in questo esatto momento stiano trasmettendo alla radio o al computer una canzone sulla California. Quando cantano sulla California, gli artisti spesso citano il nome del posto che li ha particolarmente ispirati: che sia una spiaggia, una città o una strada. Un’idea può essere di mettersi in viaggio, mentre si ascoltano queste melodie, tra i luoghi da queste citati. Tra questi:

Big Sur lungo la tortuosa Highway 1, ha ispirato band come i Trills e i Beach Boys che vi hanno dedicato numerose canzoni, tra cui il classico “California Saga: Big Sur”

Fairmont Hotel, San Francisco: Qui si trova la ballroom dove per la prima volta dal vivo Tonny Bennett cantò “I left my heart in San Francisco” nel 1962.

Rute 66: Questa è stata immortalata in quello che oggi è un must del pop “Get (on your knicks) on Route 66”, per la prima volta interpretata da Nat King Cole che invitava a mettersi in viaggio su questa strada.

San Diego: Bruce Springsteen lo descrive “come un piccolo villaggio delizioso nella California del Sud alla fine della San Diego Way” nella sua canzone rock “Rosalita

Sunset Boulevard: l’omonimo film di Billy Wilder ha ispirato il musical di Andrew Lloyd Weber che ha fatto il giro di tutto il mondo.

È difficile selezionare le California hit, per citarne solo alcune: “Going to California” il celebre pezzo rock dei Led Zeppelin, che parla “di una ragazza lì, con l’amore negli occhi e i fiori tra i capelli”; “California Dreamin” dei Mammas and Pappas , un classico degli anni ’60, un inno ai tramonti e alla tiepidezza del Golden State; “California Girls” dei Beach Boys, la canzone colonna sonora di molti party sulla spiaggia, una famosa ode alle donne della California; e ancora “Hotel California” degli Eagles, conosciuta da milioni di persone, dove i pluripremiati artisti parlano di “un posto dove puoi entrare quando vuoi, ma che non potrai mai lasciare”.

Related Posts

Music Motor&Food Contest
Music Motor&Food Contest, weekend a Cento tra Harleysti & Paracadutisti
MI AMI
MI AMI 2017, il festival della musica bella e dei baci
Giorgia Oronero QMagazine
Giorgia, in esclusiva per QMagazine, racconta cosa significa davvero essere un’icona LGBT

Leave a Reply

1 × 5 =