Brasile: cresce il turismo gay, ma anche il numero di omicidi di omosessuali

Il turismo gay & lesbian in Brasile cresce al ritmo del 20% l’anno. Nel 2011, secondo il ministero del Turismo, questa nicchia ha rappresentato il 12% dei 5,3 milioni di visitatori stranieri che hanno scelto il Paese sudamericano come meta delle loro vacanze.

I dati sono stati divulgati nel corso della 29ª Convention internazionale della Gay & Lesbian Travel   Association svoltasi a Florianopolis. L’evento, che si è svolto per la prima volta in America Latina, ha attirato l’attenzione anche delle principali agenzie di viaggi, sempre più interessate alle esigenze del pubblico gay, statisticamente più portato a muoversi e a spendere in ferie.

Rio de Janeiro e San Paolo sono nel frattempo già state elette come due delle destinazioni preferite dal mondo LGBT: nella metropoli paulista, tra l’altro, ogni anno si svolge la seconda maggiore parata dell’orgoglio gay del pianeta, dopo quella di San Francisco, negli Usa.

Ciò nonostante, il numero di omicidi di omosessuali in Brasile ha raggiunto il suo apice l’anno scorso, con ben 266 casi, secondo il Gruppo Gay da Bahia (GGB), che monitora la situazione sin dagli anni Settanta.

Un’ agghiacciante contraddizione, non trovate?

Related Posts

5 Destinazioni Gay Friendly selezionate dai migliori Travel Bloggers LGBT
magical pride gay
Magical Pride è tornato. Anche quest’anno Disneyland Paris festeggia la diversità
Fiume arcobaleno colombia
Caño Cristales, il fiume arcobaleno che lascia a bocca aperta

Leave a Reply

2 × tre =