Ballo di corte: il ‘700 trasgressivo ed innovativo – 14 ottobre ’17 – Reggia di Venaria

Pochi sanno che la celeberrima Reggia di Versailles fu ispirata dalla sabauda Reggia di Venaria (Torino), la cui architettura ed i rigorosi giardini all’italiana solleticarono la fantasia creativa degli architetti francesi.

Il 14 ottobre, presso la Reggia di Venaria, si tiene l’annuale Nuit Royale: ballo in maschera trasgressivo e divertente che unisce il piacere della danza all’opportunità di ampliare la propria cerchia di amici, grazie all’ampia partecipazione di ospiti provenienti da tutta Italia.

La Nuit Royale è il ballo settecentesco in maschera più grande in Europa

Ma cosa significa Nuit Royale? Cos’è un ballo di corte?

Il legame politico, sociale e di costume tra la corte italiana e la francese era particolarmente saldo, anche in epoche ben antecedenti al Settecento. In effetti, il ballo di corte rivestiva, in Francia ed in Italia, un’importanza essenziale nella ‘taratura’ delle consuetudini, dei costumi e delle innovazioni. In effetti, anche a quell’epoca si faceva molto gossip (‘bruits’), si parlava di crisi e depressione (dette ‘vapori’) e spesso si intrecciavano ‘liaisons dangereuses’, quei legami che la società un po’ bigotta lasciava accadere facendo finta di non vedere…tuttavia, proprio dalle ‘relazioni pericolose’ furono originali spinte innovative verso lo sdoganamento di certi comportamenti, soprattutto sessuali.

ballo di corte

E’ anche attraverso il ballo di corte che per esempio, l’omosessualità diffusa tra i ceti nobili viene considerata un’ abitudine accettabile, una snobberia senza gravi contraccolpi…anzi, forse anche uno strumento per consolidare legami utili alla vita nobiliare. La pena di morte, sancita per il reato di sodomia (vi si arrivava al terzo richiamo, dopo il taglio dei testicoli e del pene) non era certo applicabile alla corte!

Tuttavia, il ballo di corte, un vernissage di altri tempi, ha certamente un grande merito: è incubatore di innovazione sociale e da lì prendono il via moti insondabili, che durano secoli, ma che, grazie anche al sacrificio di molti, hanno ‘aperto le danze’ verso la consapevolezza ed il riconoscimento di equi diritti tra omo ed etero. Non dimentichiamo che il Marchese De Sade – padre del sadomasochismo – ed il suo servo Latour vennero giustiziati nel 1777 per sodomia.. La Francia abolirà la pena di morte contro l’omosessualità pochi anni dopo, nel 1783.

ballo di corte

Rivivere il Ballo di corte, a Venaria, il 14 ottobre 2017 non è solo un’ottima occasione per travestirsi e divertirsi: come nel passato, vuoi che partecipare ad un ballo significhi ancora liberare energie innovative, significhi contribuire a diffondere equità e rispetto? Mah, forse ancora oggi, come allora, la maschera aiuta.

Partecipa alla Nuit Royale con Quiiky, tutte le informazioni qui.

Related Posts

Diventare un unicorno non sarà più un sogno con questo stupendo pigiama
Hell Boys 2018
Hell Boys 2018, pronto il calendario di nudo maschile in chiave glamour
Smile and Fight
Smile and Fight, il rugby mostra i denti contro l’omofobia

Leave a Reply

uno × tre =