domenica, ottobre 22, 2017

IL FAM TRIP NEGLI STATES DI QUIIKY DIVENTA UN DOCUMENTARIO SUL DIGITALE TERRESTRE
Quiiky insieme a Miami, Las Vegas, American Airlines e insieme ad Alessandro Cecchi Paone per conoscere meglio gli USA.

Si è concluso domenica il FamTrip organizzato da Quiiky in collaborazione con gli Enti del Turismo di Miami, Las Vegas e la compagnia aerea American Airlines che ha visto protagonisti 10 agenti di viaggio.

Quiiky, già membro del Visit USA, ha portato con se il suo testimonial, Alessandro Cecchi Paone, che realizzerà uno speciale di un ora sul turismo gay di queste due splendide città americane nel suo programma “Avatar” in onda sul digitale terrestre – canale ClassCmbc.
Il viaggio, accompagnato dal direttore di Quiiky, Alessio Virgili e dal responsabile Trade, Andrea Cosimi, è stata l’ennesima occasione per far conoscere agli agenti le abitudini e le esigenze del consumatore glbt.
“Gli agenti di viaggio sono tornati entusiasti, divertiti e ricaricati. Una grinta che li aiuterà ad affrontare con più vigore e con maggiore consapevolezza il proprio lavoro, soprattutto in momenti difficili come quelli che sta attraversando il settore turistico in Italia. Alcuni di loro erano scettici e non conoscevano da vicino il mondo gay, ma ora hanno potuto comprender a fondo le loro esigenze guadagnandone anche una maggiore consapevolezza dal punto di vista sociale e culturale” ha dichiarato Alessio Virgili che c’ha tenuto nel ringraziare Chiara Ravara degli enti di Miami e Las Vegas per la disponibilità e professionalità dimostrata prima e durante il FamTrip.
Las Vegas e Miami sono senza dubbio due destinazioni gay friendly tra le più rappresentative del mondo:
Las Vegas si presenta da subito con uno spettacolo della famosa compagnia teatrale de Le Cirque du Soleilincentrato sulle diverse forme della sessualità, tra cui l’omosessualità, “Zumanity”. Un vero inno all’amore in cui a tenere il palco è stata una bellissima, femminile e divertente drag queen in abiti distinti ed eleganti. Per la gay night life nulla da invidiare alle altre destinazioni. Tantissimi locali come il Krave, che si trova all’interno di Miracle Mile Shops al Planet Hollywood Resort and Casino. La discoteca di 5.181 metri quadrati ha recentemente festeggiato il suo secondo anniversario e continua a specializzarsi nell’intrattenimento esclusivo e negli eventi speciali. Cathouse al Luxor, in collaborazione con LocalitesMan.com e condotto da Reichen Lehmkuhl e Jeffrey Sanker è sede dell’evento di moda settimanale Closet Sundays. L’evento è gettonatissimo da modelli, aziende di abbigliamento e sfilate di moda. Situato appena fuori dalla Strip di Las Vegas, sulla Paradise Road, si trova una zona soprannominato “The Fruit Loop”, che vanta numerosi hotspot alternativi tra cui Suede, un piano bar e ristorante, e Gipsy, il primo club dance gay della città. Popolare tra le celebrità, il Piranha Nightclub e 8 ½ Ultra Lounge presentano un secondo piano con una bellissima vista della Strip, cabine VIP e skybox e un bar privato. E poi Freezone, come dice il nome, non c’è mai una censura in questo popolare disco bar. Freezone è uno dei locali favoriti tra le visitatrici lesbiche, offre ogni giorno bevande speciali, un’atmosfera piacevole e uno staff amichevole.
A Miami lo stupore nel vedere che non esiste più un vero e proprio quartiere gay, ma che la città è letteralmente invasa dalla comunità glbt perfettamente integrata e libera di passeggiare mano per la mano senza correre alcun rischio. Locali, discoteche e divertentissimi bar con spettacoli di drag queen lungo la Ocean Drive rendono l’atmosfera della città effervescente. Ma il simbolo che meglio rappresenta l’apertura e l’impegno di tutta la città verso la comunità glbt, non solo locale ma mondiale, è il Visitors Center, un centro di informazione turistica dedicato al turismo glbt, unico al mondo situato all’interno della City Hall. Un luogo accogliente e colorato dove ricevere informazioni, prenotare e perché no organizzare una visita guidata della città per conoscere e socializzare con la gay life locale. Un esempio di civiltà nonché di lungimiranza che molte istituzioni italiane dovrebbero seguire.

Leave a Reply

quattro × tre =